notizie
Indietro

 

 

le vaccinazioni

Molti sono i protocolli proposti per seguire un iter vaccinale corretto.

Esistono tuttavia deli schemi vaccinali proposti dai grandi autori statunitensi a cui ci si DOVREBBE attenere.

Cane

6-8 settimana di vita: Vaccino trivalente Cimurro, Epatite, Parvovirosi.

10-12 settimana: Vaccino tetravalente Cimurro, Epatite, Parvovirosi, Leptospirosi.

in alternativa: Vaccino eptavalente Cimurro, Epatite, Parvovirosi, Leptospirosi, tosse dei canili e parainfluenza.

14-16 settimana: Vaccino tetravalente Cimurro, Epatite, Parvovirosi, Leptospirosi.

in alternativa: Vaccino eptavalente Cimurro, Epatite, Parvovirosi, Leptospirosi, tosse dei canili e parainfluenza.

Primo richiamo annuale al compimento dell'anno di vita, poi a cadenza semestrale una volta il vaccino singolo per la leptospirosi, dopo sei mesi il vaccino eptavalente.

Esiste in commercio, da circa un anno e mezzo, un vaccino con otto valenze, è stato aggiunto il ceppo cav 2 della parvovirosi, per cui si può vaccinare a partire dalla 6 settimana di vita, richiamando una sola volta dopo 20 giorni.

Esistono in commerci altri vaccini più o meno utilima non rientrano nelle vaccinazionio standard.

Discorso differente riguarda la rabbia, per cui si vaccina a partire dal qurto mese con richiami a frquenza annuale.

La vaccinazione antirabbica è obbligatoria in caso di espatrio e di viaggi verso le isole italiane.

Gatto

6-8 settimana Vaccino trivalente contro Panleucopenia, Calicivirosi, Herpesvirosi.

10-12 settimana: vaccino trivalente contro Panleucopenia, Calicivirosi, Herpesvirosi, eventualmente, se le abitudini del gatto lo consigliano vaccinazione contro la Leucemia.

14-16 settimana vaccinazione contro la Leucemia.

Primo richiamo al compimento dell'anno di età, quindi a cadenza annuale.

Vaccinazione antirabbica segue lo schema proposto per il cane.

Furetto

8 settimana: vaccinazione contro il Cimurro.

12 settimana: vaccinazione contro il Cimurro.

Quindi al compimento dell'anno di età e richiamo annuale.

Vaccinazione antirabbica segue lo schema proposto per il cane.

si consiglia la vaccinazione contro l'influenza umana utilizzando mezza dose del vaccino umano.

 

 

Filariosi Polmonare Cardiaca FPC

Cane

La profilassi contro questo parassita inizia solitamente durante i mesi tardo primaverili, bisogna tenere presente che la filaria deve "maturare" all'interno dell'apparato digestivo della zanzara ad una temperatura media di 18°C per almeno 20 giorni; quindi l'eventuale presenza di zanzare nei mesi di Aprile e Maggio non dovrebbe destare preoccupazione se non in periodi di caldo eccezionale.

A tranquilizzarci contribuisce anche il meccanismo d'azione dei farmaci utilizzati per la profilassi.

Questi farmaci hanno azione retroattiva, quindi proteggono per un periodo, più o meno lungo, precedente la somministrazione.

Mi spiego con un esempio pratico: se io somministro il Cardotek ad un cane il 1 Maggio, so che il mio cane verrà protetto dall'infestazione a partire dal 20 Marzo.

Risulta quindi chiaro come sia del tutto inutile iniziare una terapia profilattica troppo precocemente, per contro come possa risultare controproducente smettere troppo presto , in quanto la somministrazione della compressa nel mese di Novembre mi protegge tutto Ottobre e parte di settembre, mesi in cui le zanzare potenzialmente potrebbero ancora trasmettere il parassita.

Per evitare del tutto questi problemi, nel cane è possibile ricorrere alla somministrazione del farmaco iniettabile a lento rilascio, con azione retroattiva di 4 mesi e protezione per i 12 mesi successivi. Il farmaco è sicuro, non è tossico ed attualmente circa il 90% dei miei clienti richiede la "vaccinazione per la filaria".

Oltre all'iniezione annuale, alla somministrazione di varie molecole per bocca, esiste anche la preparazione spot-on sempre con soministrazione mensile sulla cute tra le scapole

Gatto

C'è un motto simpatico, (naturalmente simpatico per l'umorismo deviato dei veterinari), che recita: "se non vedi la filaria nel gatto, sta sicuro che lei vede te!"

In effetti la specie felina, spesso alberga la filaria senza mostrare sintomatologia clinica. Nel gatto le manifestazioni cliniche della FPC, sono spesso acute o iperacute, ricalcano delle crisi allergiche che possono esitare nella morte improvvisa.

Nel gatto non è possibile effettuare la somministrazione sottocutanea per la profilassi annuale, in quanto, la maggiore sensibilità del tessuto, può esitare nella formazione di sarcomi infiammatori. Bisogna perciò utilizzare le compresse o le gocce interscapolari.

Furetto

Valgono le stesse considerazioni fatte per il gatto.

Leishmaniosi

Cane

La malattia è veicolata da un flebotomo, il pappatacio il cui areale di distribuzione un tempo comprendeva le zone costiere, con il mutare delle condizioni climatiche, il flebotomo, e quindi la malattia, si trovano anche nelle nostre zone.

Non esiste a tutt'ora una vaccinazione efficace per la leishmaniosi, il solo metodo efficace consiste nella prevenzione della puntura, applicando il collare la cui durata è di 4 mesi, oppure mettendo le goccine tra le scapole a cadenza mensile.

gatto

Risulta molto meno sensibile all'infestazione della malattia, comunque il collare e le gocce specifiche risultano estremamente tossiche per la specie felina.

spero di essere stato sufficientemente esauriente, l'argomento è estremamente vasto, se dovessero esserci altre domande resto a disposizione

 

Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!